fbpx
 

newsBarattoli di Nutella più piccoli, ma a prezzo uguale. La scelta di Ferrero in Belgio arriverà anche in Italia? - Centro Servizi Casabase

4 Gennaio 2021by 0

Anche la Ferrero punta per Nutella sulla Shrinkflation, ostico termine inglese per indicare l’usanza sempre più comune dei produttori di ridurre le confezioni mantenendo lo stesso prezzo. Secondo quanto riporta la televisione pubblica belga Vrt, infatti, se l’insolita difficoltà a trovare i famosi barattoli di crema alla nocciola nei supermercati del paese, è dovuta a un problema di consegna, (come dichiara il produttore Ferrero alla redazione),  il gigante italiano ha deciso comunque di rimpiazzarli in parte: “Da gennaio 2021 – scrive il sito Vrt News -si troveranno vasi più piccoli nei negozi, ma allo stesso prezzo di adesso”. Secondo quanto riporta la tv belga, infatti, Ferrero introdurrà barattoli più piccoli a gennaio.  Con una nota, l’azienda ha comunicato: “Come molti altri produttori, i costi relativi ai nostri prodotti sono aumentati. Abbiamo apportato una modifica al nostro barattolo di Nutella da 975 g e al nostro barattolo di Nutella da 750 g, che ora saranno disponibili nelle versioni da 900 g e 700 g. Gli aumenti dei costi includono fattori come ingredienti, imballaggio, produzione e logistica. Con l’obiettivo di bilanciare questi fattori siamo stati in grado di fornire ai nostri consumatori la massima qualità, gusto e freschezza di un prodotto preferito senza aumentare il prezzo unitario”.

La logica di marketing che c’è dietro

La trasmissione radio “De Wereld Today” 1 hanno parlato con Tim Smits, professore di comunicazione persuasiva e di marketing alla KU Leuven, secondo cui “La regolazione del volume del prodotto e il mantenimento del prezzo è qualcosa che accade più spesso quando i costi di produzione aumentano”, afferma Tim Smits. “Nel caso della Nutella, avrà anche a che fare con i tanti marchi privati ​​che copiano Nutella. Per non aumentare ulteriormente la concorrenza, Ferrero non dovrebbe rendere i barattoli più costosi. continuare ad acquistare il prodotto, nonostante le dimensioni inferiori “.

E in Italia?

Vista la notizia è legittimo chiedersi se la novità arriverà anche in Italia. Abbiamo girato la domanda alla Ferrero, e dall’azienda ci hanno fatto sapere che oggi non ci sono evidenze di modifiche dei formati a scaffale.

La marcia indietro di Toblerone e gli altri

Ma Ferrero, non è l’unico grande marchio a rivolgersi alla Shrinkflation. Anche altri dolci come Snickers e Mars hanno perso alcuni grammi negli ultimi 10-15 anni. “Toblerone aveva lo stesso problema della Nutella”, ha detto Smits. “Hanno adattato la loro forma iconica dopo un aumento dei costi di produzione. I cumuli di cioccolato sono diventati più piccoli e le valli intermedie più grandi. Quindi meno cioccolato allo stesso prezzo”. Tuttavia, ci sono state molte reazioni da parte dei consumatori. Dopo due anni, il bar Toblerone è tornato alla sua forma originale, ma il prezzo è stato aumentato.

 

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© 2020 – Centro Servizi Casabase

© 2020 – Centro Servizi Casabase