newsGermania, la protesta di Ritter Sport: “Non possiamo chiamare cioccolato un prodotto 100% cacao perché non contiene zucchero”

6 Febbraio 2021by 0

Sembra un paradosso, ma in Germania il popolare marchio Ritter Sport non può chiamare cioccolato un suo nuovo prodotto fatto da cacao al 100% perché non contiene zucchero. Questo almeno è quanto sostiene l’azienda, anche se secondo un’interpretazione più flessibile della legge, c’è chi pensa che sia solo una mossa pubblicitaria in un momento di crisi.

Il regolamento sul cioccolato

L’azienda ha spiegato che il nuoco prodotto Cacao Y Nada, non potrà utilizzare quella categoria perché secondo il regolamento tedesco sul cacao e sui prodotti a base di cioccolato del 2003, il cioccolato non è costituito solo da ingredienti come la massa di cacao, il cacao in polvere e il burro di cacao, ma anche dallo zucchero. Per la dolcificazione, l’azienda di Waldenbuch vicino a Stoccarda utilizza invece succo di cacao naturale, che estrae dai baccelli di cacao in una piantagione in Nicaragua. Come riporta Der Spiegel,  Ritter Sport lamenta addirittura che la legislazione alimentare tedesca non sia più aggiornata su questo punto. Il capo dell’azienda Andreas Ronken ha detto che sostenere che un cioccolato che è fatto interamente di cacao e non richiede l’aggiunta di zucchero non dovrebbe essere definito come tale in questo paese è “assurdo”. Ritter Sport ha chiesto una modifica al regolamento.

Il ministero nega

Ma secondo il ministro federale dell’alimentazione Julia Klöckner, Ritter Sport potrebbe benissimo chiamare il nuovo prodotto cioccolato: “Il regolamento sul cacao non limita l’uso di ingredienti zuccherini a determinati tipi di zucchero. Pertanto, secondo il nostro ministero, un prodotto che utilizza succo di cacao naturale dovrebbe poter essere venduto anche con il nome di cioccolato”. in effetti, il regolamento sul cacao mostra che il cioccolato è definito come un “prodotto a base di prodotti a base di cacao e tipi di zucchero”. Tuttavia, lascia aperto l’interpretazione di ciò che rientra nella categoria “tipi di zucchero”. Se si consulta l’ordinanza sui tipi di zucchero, essa fornisce definizioni, ad esempio sulla composizione richiesta dello zucchero, ma non elenca tutti i tipi di zucchero in modo esaustivo.

Solo marketing?

“L’ordinanza sul cacao conferma anche nella sezione 5, paragrafo 2, che esistono altri tipi di zucchero rispetto a quelli elencati nell’ordinanza sul tipo di zucchero. In altre parole: che cosa sia un tipo di zucchero non è regolamentato, l’affermazione di Ritter Sport dovrebbe essere infondata” scrive Spiegel, che aggiunge impietosa: “L’azienda potrebbe aver bisogno di attenzione. Negli ultimi due anni, Ritter ha dovuto far fronte a un calo delle vendite e nel 2020 con i suoi 1.650 dipendenti ha raggiunto un fatturato di 470 milioni di euro”.

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© 2020 – Centro Servizi Casabase

© 2020 – Centro Servizi Casabase