newsCapelli contaminati da pesticidi vietati. L’indagine di Pan Europe

3 Aprile 2021by 0

Quarantasette pesticidi – per lo più vietati in agricoltura – sono stati rilevati da Pan Europe in campioni di capelli prelevati da 21 cittadini dei Paesi Bassi. Si tratta di sostanze come Fipronil, Permetrina e DEET che non possono essere usati nei campi agricoli ma sono ancora autorizzati per il trattamento di animali domestici contro pulci e zecche, che i risultati del campione indicano come la più probabile fonte di contaminazione dei capelli. L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) autorizza i prodotti veterinari contenenti questi pesticidi e non tiene conto degli effetti indiretti di queste sostanze sull’uomo attraverso l’aria o il contatto attraverso la pelle.

Il test sui capelli? Univo per valutare l’esposizione cronica

Il test sui capelli è un metodo unico per valutare l’esposizione cronica degli esseri umani ai pesticidi, in questo caso per un periodo di 6 mesi. L’indagine mostra che l’esposizione dentro e intorno alla casa è un’importante via di esposizione ai pesticidi. Il DEET repellente per insetti è stato quasi sempre rilevato (95% dei casi).
I livelli rilevati di alcuni dei pesticidi sono alti. I rischi superano gli standard governativi, se si prende in considerazione il cd effetto cocktail, ovvero la presenza in contemporanea di più pesticidi.

DEET, la sostanza più rilevata

In 20 dei 21 campioni di capelli umani esaminati, sono stati trovati un totale di 47 pesticidi (11 diversi pesticidi). In media sono state rilevate 2,24 sostanze diverse per campione con un contenuto medio di 0,418 mg / kg di capelli. Il DEET è stato rilevato nel 95% delle persone testate, l’insetticida permetrina in quasi la metà (48%) e l’insetticida fipronil nel 14%. Questi insetticidi sono stati trovati anche in persone che non hanno mai usato direttamente la sostanza. Delle 11 sostanze trovate, due sono state autorizzate come prodotto fitosanitario, una come biocida, una come medicinale veterinario, una come prodotto fitosanitario nonché biocida, due come biocida e medicinale veterinario e quattro sostanze non erano affatto autorizzate.

Origine della contaminazione

A causa del suo effetto altamente tossico sull’uomo e sull’ambiente, l’insetticida fipronil è vietato come prodotto fitosanitario, ma autorizzato come biocida per una singola applicazione coperta per uso professionale. La sostanza è stata approvata dall’European Medicines Evaluation Board (MEB) come medicinale veterinario in 127 prodotti per combattere pulci, zecche e pidocchi in cani e gatti.
La permetrina, invece, è presente sul mercato in 67 prodotti come medicinale veterinario per combattere pulci, pidocchi e zecche in cani e gatti. Sia il fipronil che la permetrina sono spesso commercializzati in combinazione tra loro. Il diazinon acaricida, può essere trovato come medicinale veterinario con 9 diversi nomi di prodotto come il collare antipulci per cani e gatti. Questo organofosfato è stato registrato come prodotto fitosanitario fino al 1998.

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© 2020 – Centro Servizi Casabase

© 2020 – Centro Servizi Casabase