fbpx
 

Ecco come Bayer e Basf avvelenano (consapevolmente) gli agricoltori del sud del mondo

29 Aprile 2021by 0

Bayer e BASF sono responsabili della commercializzazione e in alcuni casi dello sviluppo di almeno 33 principi attivi dei pesticidi altamente pericolosi che, in quanto tali, rappresentano una grave minaccia per la salute umana. Molti di questi principi attivi sono letali anche a basse dosi, altri sono molto probabilmente cancerogeni, mutageni o tossici per la riproduzione e per questo vietato in Europa. In Brasile, Messico e Sud Africa, almeno otto di questi principi attivi si trovano nei portafogli di pesticidi delle due società. Tra questi ci sono glufosinate e spirodiclofen. Due pesi e due misure come racconta il rapporto “Double Standards and Hazardous Pesticides di Bayer e BASF” curato da Rosa-Luxemburg-Stiftung, INKOTA-netzwerk e PAN Germany.

Gli agricoltori del Sud del mondo

In Sud Africa, le due società agrochimiche tedesche commercializzano un totale di sei ingredienti attivi nei propri prodotti antiparassitari, il cui uso è vietato nell’UE a causa dei gravi rischi per la salute associati. In Brasile e Messico, ci sono rispettivamente sette e cinque ingredienti attivi presenti rispettivamente nei prodotti Bayer e BASF. A pagare il prezzo di questa condotta irragionevole sono agricoltori e lavoratori agricoli nel Sud del mondo. Nelle aziende vinicole della provincia del Capo Occidentale in Sud Africa, l’insetticida Tempo SC di Bayer viene utilizzato su larga scala. Contiene il principio attivo altamente pericoloso (beta-) ciflutrin, che è letale anche a piccole dosi. In alcune fattorie, i lavoratori agricoli vengono inviati nei vigneti mentre questi pesticidi altamente pericolosi vengono spruzzati e applicati nei campi.

Bayer promette e non mantiene

Sebbene Bayer si sia impegnata pubblicamente nel 2013 a non commercializzare più principi attivi ad alta tossicità acuta (classi 1A / 1B dell’OMS), ciò continua: tra le altre cose, Bayer fornisce il principio attivo fenamifos al Brasile, che viene lavorato lì da un altro società e commercializzato come NEMACUR. Nonostante la grande mancanza di trasparenza nel mercato internazionale dei pesticidi, gli autori dello studio sono riusciti a dimostrare il commercio nascosto di questo ingrediente attivo Bayer altamente pericoloso utilizzando l’esempio del fenamifos. Sebbene Bayer non venda direttamente alcun pesticida contenente il principio attivo, il fenamifos, il principio attivo originale Bayer, raggiunge il mercato in Brasile tramite i prodotti antiparassitari di altri produttori.

Una legislazione carente

Al fine di porre fine ai doppi standard del commercio internazionale di ingredienti attivi di pesticidi, è necessario, tra le altre cose, un divieto globale di produzione, stoccaggio e commercio di principi attivi di pesticidi altamente pericolosi. Ad oggi, non esistono normative vincolanti a livello UE che potrebbero impedire l’esportazione di ingredienti attivi vietati all’interno dell’UE. Con il regolamento 649/2012 del 4 luglio 2012, l’UE ha semplicemente adempiuto al proprio obbligo di attuare la convenzione di Rotterdam in vigore dal febbraio 2004. Ciò significa che i principi attivi dei pesticidi elencati nell’allegato alla convenzione e che sono quindi riconosciuti come essendo particolarmente pericoloso, può essere esportato dall’UE solo se i paesi importatori vengono informati in anticipo e accettano di importarli. All’interno dell’UE, la Francia ha approvato una legge che vieta totalmente la produzione, lo stoccaggio e l’esportazione di prodotti antiparassitari se contengono principi attivi non approvati nell’UE per motivi di salute o ambientali. Entrerà in vigore nel 2022 ma è furi dubbio che serve una serie legge europea.

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© Centro Servizi Casabase

© 2020 – Centro Servizi Casabase