fbpx
 

Mangiare regolarmente sardine aiuta a prevenire il diabete di tipo 2

10 Maggio 2021by 0

Uno studio spagnolo aggiunge l’effetto preventivo contro l’insorgenza di diabete di tipo 2, ai tanti benefici delle sardine nell’alimentazione. I loro alti livelli di grassi insaturi aiutano a regolare i livelli di colesterolo e prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari. Ma, come riporta FoodNavigator, quella pubblicata sulla rivista Clinical Nutrition è una “enorme scoperta scientifica”.

Lo studio

I ricercatori hanno arruolato 152 pazienti di età pari o superiore a 65 anni a cui era stato diagnosticato prediabete (livelli di glucosio nel sangue tra 100-124 mg / dl) da tre diversi centri medici. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a un programma nutrizionale che ha cercato di ridurre il rischio di sviluppare la malattia, ma solo un gruppo ha aggiunto 200 grammi di sardine alla loro dieta ogni settimana (due lattine di sardine in olio d’oliva). I partecipanti hanno ricevuto un elenco di ricette che includevano le sarde in scatola e si è consigliato di mangiare le sarde intere, senza rimuovere le ossa, poiché queste sono particolarmente ricche di calcio e vitamina D.

Gli effetti benefici

Di quelli che non includevano le sardine nella loro dieta, il 27% era ad alto rischio di soffrire di diabete all’inizio dello studio. Dopo un anno, il 22% rientrava nella stessa categoria. Tra coloro che includevano le sardine nella loro dieta, il 37% era ad alto rischio di soffrire di diabete all’inizio dello studio. Dopo un anno, solo l’8% rimaneva un rischio molto elevato. Sono stati osservati miglioramenti anche in altri importanti parametri biochimici, come un indice di resistenza all’insulina ridotto (HOMA-IR), aumento del colesterolo “buono” (HDL), aumento degli ormoni che accelerano la degradazione del glucosio (adiponectina) e cedosio dei trigliceridi e della pressione sanguigna, fra gli altri.

Consigliate soprattutto per gli over 65

Diana D.Rizzolo, autrice principale e docente e ricercatrice della Facoltà di scienze della salute dell’Universitat Oberta de Catalunya (UOC) e dell’Istituto di ricerca biomedica August Pi i Sunyer (IDIBAPS) pensa che i medici debbano raccomandare le sardine in particolare alle persone oltre 65. “Non solo le sardine hanno un prezzo ragionevole e sono facili da trovare, ma sono sicure e aiutano a prevenire l’insorgenza del diabete di tipo 2”, ha detto. “È facile raccomandare questo alimento durante i controlli medici, ed è ampiamente accettato dalla popolazione.”

Ma gli integratori non sono la stessa cosa

Ha sottolineato anche che alimenti come le sardine – che sono ricche di taurina, omega 3, calcio e vitamina D – hanno un chiaro effetto protettivo contro l’insorgenza del diabete non significa che assumere questi integratori isolatamente avrà lo stesso effetto. “I nutrienti possono svolgere un ruolo essenziale nella prevenzione e nel trattamento di molte patologie diverse, ma il loro effetto è causato dalla sinergia che esiste tra loro e il cibo in cui sono contenuti”, ha detto. elemento protettivo perché ricchi dei suddetti nutrienti, mentre i nutrienti presi isolatamente sotto forma di integratori non funzioneranno nella stessa misura “.

 

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© Centro Servizi Casabase

© 2020 – Centro Servizi Casabase