newsBayer sconfitta in appello: il glifosato è responsabile del linfoma non Hodgkin

17 Maggio 2021by 0

Vuoi conoscere la storia del glifosato come non te l’hanno mai raccontata? I trucchi di Big Pesticides per continuare a venderlo e gli alimenti in cui lo abbiamo trovato? La nostra guida di 124 pagine

Sì! Voglio vedere le Guide del Salvagente

La nona Corte d’Appello del Circuito degli Stati Uniti di San Francisco ha respinto il ricorso di Bayer e ha confermato la sentenza di primo grado del 2019 secondo la quale l’esposizione al glifosato è stata la causa del linfoma non Hodgkin di cui si è ammalato Edwin Hardeman.

“È una schiacciata per i querelanti”, ha detto Leslie Brueckner, un avvocato della giustizia pubblica che ha aiutato con l’appello di Hardeman. “Questo dimostra che queste affermazioni sono valide nel sistema illecito”.

Quella di Hardeman è stata la prima causa federale ad essere stata avviata: nel 2019 la giuria aveva assegnato a Hardeman $ 5 milioni di danni compensativi e $ 75 milioni di danni punitivi. Il premio punitivo è stato successivamente ridotto a 20 milioni di dollari e anche la corte d’appello ha confermato la riduzione.

Bayer ha affermato che decenni di studi hanno dimostrato che Roundup e altri erbicidi a base di glifosato che dominano il mercato sono sicuri per l’uso umano.

La società ha affermato che il glifosato è stato approvato dall’Environmental Protection Agency come sicuro per l’uomo e che le autorità di regolamentazione hanno impedito a Bayer di aggiungere un’avvertenza sull’etichetta del prodotto. Ma – come sappiamo – l’azienda ha impiegato anni a cercare di contenere il contenzioso.

Bayer ha impegnato 9,6 miliardi di dollari per risolvere 125.000 richieste di risarcimento su Roundup: l’intenzione della multinazionale è anche quella di risolvere potenziali rivendicazioni legali di milioni di consumatori e lavoratori agricoli che sono stati esposti a Roundup e potrebbero ammalarsi in futuro. In questo contesto, mercoledì prossimo cercherà l’approvazione preliminare per un controverso accordo proposto da $ 2 miliardi per risolvere quelle rivendicazioni future attraverso un’azione collettiva che raggrupperebbe le persone esposte a Roundup ma che non si sono ammalate.

Gli avvocati di lesioni personali e le associazioni di consumatori si sono opposti al piano, che a loro avviso limita i diritti degli utenti di Roundup di citare in giudizio. Dall’altro lato i sostenitori dell’accordo di azione collettiva hanno affermato che fornisce ai consumatori esami medici gratuiti per monitorare il loro stato  salute. Se ai consumatori fosse stato diagnosticato un linfoma non Hodgkin, potrebbero ricevere un risarcimento fino a $ 200.000 e consulenza legale gratuita per valutare le loro opzioni. L’accordo sospende anche il contenzioso contro Bayer per quattro anni e se qualcuno rifiuta il risarcimento e fa causa, non può chiedere un risarcimento danni.

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© 2020 – Centro Servizi Casabase

© 2020 – Centro Servizi Casabase