fbpx
 

newsLa scelta – coraggiosa – di Pinterest: vietati spot di diete e integratori

5 Agosto 2021by 0

Pinterest, il social network basato sulla condivisione di fotografie, video e immagini, ha deciso di espandere la propria policy pubblicitaria che già vieta ogni forma di body shaming e di stoppare spot di diete, integratori alimentari e di qualsiasi altro messaggio per la perdita di peso.

In tutto il mondo – si legge in una nota pubblicata dal social network –  persone di tutte le età stanno affrontando sfide legate all’immagine corporea e alla salute mentale, in particolare quando emergiamo dalla pandemia di Covid-19 e diamo il via alla stagione estiva. Secondo la National Eating Disorders Association (NEDA), c’è stato un forte aumento delle abitudini alimentari malsane e dei disturbi alimentari nei giovani dall’inizio della pandemia nell’ultimo anno e mezzo”.

Pinterest – prosegue l’annuncio – è il luogo in cui le persone cercano ispirazione per creare la vita che amano. È a cui appartengono tutti, indipendentemente dalla forma o dalle dimensioni del corpo. Stiamo consentendo ai Pinner di pianificare un’estate e oltre senza annunci di perdita di peso, in modo che possano concentrarsi su ciò che conta di più. A partire dal 1° luglio 2021, aggiorneremo le nostre norme sugli annunci per vietare tutti gli annunci con linguaggio e immagini per la perdita di peso“.

La nuova policy aggiornata di Pinterest ora vieterà:

Qualsiasi linguaggio o immaginazione per la perdita di peso;

Eventuali testimonianze riguardanti la perdita di peso o prodotti per la perdita di peso;

Qualsiasi linguaggio o immaginario che idealizzi o denigri certi tipi di corpo;

Riferimento indice di massa corporea (BMI) o indici simili;

Qualsiasi prodotto che rivendica la perdita di peso attraverso qualcosa indossato o applicato sulla pelle.

Questo si aggiunge ai contenuti pubblicitari già esclusi da Pinterest, tra cui:

Pillole, integratori o altri prodotti per la perdita di peso o per sopprimere l’appetito;

Immagini prima e dopo la perdita di peso;

Procedure per la perdita di peso come la liposuzione o la combustione dei grassi;

Vergogna del corpo, come immagini o linguaggio che deride o scredita determinati tipi di corpo o aspetto;

Affermazioni relative a risultati cosmetici non realistici.

Gli annunci che promuovono stili di vita e abitudini salutari o servizi e prodotti per il fitness – spiegano dal social network – saranno comunque consentiti, a condizione che non si concentrino sulla perdita di peso. Questo cambiamento di politica è stato sviluppato con la guida e la consulenza di NEDA, l’associazione di nutrizionisti per il contrasto ai distburbi alimentari.

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© Centro Servizi Casabase

© 2020 – Centro Servizi Casabase