fbpx
 

Lo studio di Harvard: preferire olio d’oliva a burro abbassa rischio di cancro e problemi al cuore

16 Gennaio 2022by 0

È stato dimostrato che il consumo di olio d’oliva riduce il rischio di malattie cardiovascolari. Uno studio dell’Università di Harvard ha dimostrato ora che una maggiore assunzione di olio d’oliva è associata a un minor rischio di mortalità totale e per causa specifica. La sostituzione di margarina, burro, maionese e grasso di latte con olio d’oliva è associata a un minor rischio di mortalità.

Lo studio

Gli autori hanno stimato il peso di più variabili per la mortalità totale e per causa specifica tra 60.582 donne (studio sulla salute degli infermieri, 1990-2018) e 31.801 uomini (studio di follow-up sui professionisti della salute, 1990-2018) che erano esenti da malattie cardiovascolari o carcinoma basocellulare. La dieta è stata valutata mediante un questionario sulla frequenza degli alimenti ogni 4 anni.

Le percentuali di rischio inferiore

In 28 anni si sono verificati 36.856 decessi. Una maggiore assunzione di olio d’oliva era associata a un rischio inferiore del 19% di mortalità per malattie cardiovascolari, rischio inferiore del 17% di mortalità per cancro, rischio inferiore del 29% di mortalità per malattie neurodegenerative e rischio inferiore del 18% di mortalità per malattie respiratorie. Nelle analisi di sostituzione, la sostituzione di 10 grammi al giorno di margarina, burro, maionese e grasso di latte con la quantità equivalente di olio d’oliva è stata associata a un rischio inferiore tra l’8% e il 34% di mortalità. Non sono state osservate associazioni significative quando l’olio d’oliva è stato confrontato con altri oli vegetali combinati.

 

il Salvagente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chi SiamoCentro Servizi Casabase
Un interlocutore unico, per ogni tua esigenza.
Compila i tuoi documentiServizi Online
SitemapI Nostri Servizi
Resta in contatto con noiI Social di CASABASE
Seguici sulla nostra pagina Facebook.

© 2022 – Centro Servizi Casabase

© 2022 – Centro Servizi Casabase